Padova verso la neutralità climatica. Con il Paesc riduzione delle emissioni climalteranti al 55,3% entro il 2030

Con l’approvazione in Consiglio Comunale del Piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima, il Comune di Padova si pone l’obiettivo di raggiungere progressivamente la neutralità climatica entro il 2050, incrementando la capacità di reazione ai cambiamenti climatici

901
padova

Con l’approvazione in Consiglio Comunale del Piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima, il Comune di Padova si pone l’obiettivo di raggiungere progressivamente la neutralità climatica entro il 2050, incrementando la capacità di reazione ai cambiamenti climatici.

Il Paesc aggiorna ed adegua il precedente Piano d’azione per l’energia sostenibile approvato nel 2011 e conclusosi nel 2020, innalzando gli obiettivi di riduzione delle emissioni climalteranti al 55,3% entro il 2030 ed identificando nuove politiche e misure di adattamento per la città in grado di affrontare le crescenti sfide legate agli eventi climatici estremi.

Il percorso di definizione del Paesc

Per la definizione delle azioni di mitigazione e adattamento che compongono il documento si è partiti da un’analisi attenta delle vulnerabilità del territorio (rischio idrogeologico, eventi meteorologici estremi, isole e ondate di calore) realizzata nell’ambito del progetto europeo Life Veneto Adapt (2017 – 2021). Ciò ha permesso di individuare uno spettro di interventi in grado di fronteggiare i problemi determinati dagli effetti dei cambiamenti climatici.

Il lungo lavoro che ha portato alla definizione del Piano ha coinvolto molti soggetti, pubblici e privati, e ha visto anche il coinvolgimento di portatori di interesse della comunità (stakeholders) che hanno aderito al percorso partecipato di Agenda 21.

Il contenuto del Paesc

Il Paesc si compone di 116 azioni che vanno ad agire su 6 diversi ambiti tematici: 

  • una città con nuove energie: 15 azioni incentrate sullo sviluppo delle energie rinnovabili in ambito di produzione e di consumo; 
  • una città più efficiente: 19 azioni focalizzate sull’efficienza energetica degli edifici pubblici e privati, attraverso misure di regolamentazione, investimenti diretti, strutture di supporto;
  • una città con reti e servizi intelligenti: 10 azioni che spaziano dalla riduzione dei consumi energetici dell’illuminazione pubblica e semaforica all’incremento della raccolta differenziata; 
  • una città che si muove meglio: 23 azioni per potenziare i sistemi di mobilità sostenibile e a minor impatto ambientale attraverso interventi infrastrutturali, gestionali e di regolamentazione;
  • una città con un’economia a basse emissioni: 16 azioni finalizzate a promuovere l’acquisto di prodotti sostenibili, incentivare pratiche di economia circolare, promuovere forme di lavoro agile; 
  • una città più resiliente: 33 azioni per incrementare la copertura arborea, gestire i rischi climatici, ridurre il consumo di suolo e gli sprechi idrici. 

Presentazione sintetica del Paesc
PAESC – PIANO D’AZIONE PER L’ENERGIA SOSTENIBILE E IL CLIMA