Città metropolitana di Torino, adottato il PUMS: ora gli incontri con il territorio

Il Piano urbano della mobilità sostenibile è stato adottato con decreto del consigliere metropolitano delegato ai trasporti Dimitri De Vita. Può quindi partire la consultazione pubblica prevista dalla procedura di valutazione ambientale strategica in vista dell’approvazione finale

785

Il Pums della Città Metropolitana di Torino prosegue l’iter verso l’approvazione definitiva. Il Piano urbano della mobilità sostenibile è stato adottato con decreto del consigliere metropolitano delegato ai trasporti Dimitri De Vita: il documento è consultabile online al link https://stilo.cittametropolitana.torino.it/albopretorio/#/albo/atto/19024. Può quindi ora partire la consultazione pubblica prevista dalla procedura di valutazione ambientale strategica in vista dell’approvazione finale. Saranno tre gli incontri di ausilio alla formulazione delle osservazioni al Piano:

– presentazione del Pums adottato e illustrazione delle fasi di consultazione successive: venerdì 18 giugno, dalle 15 alle 17 (iscrizioni al link https://zoom.us/meeting/register/tJErf-ihpjsvGtOSGxHaYwwmb-Y3siWKJO7G);

– due incontri di approfondimento per la formulazione delle osservazioni al Piano:

— mercoledì 23 giugno, dalle 15 alle 17 (iscrizioni al link https://zoom.us/meeting/register/tJMtcuCprjkjHNAhe59KS9SEX2eaISC0_GwY);

— giovedì 22 luglio, dalle 10 alle 12.30 (iscrizioni al link https://zoom.us/meeting/register/tJMpdOmhrzgoEtAMdsy6gfAh77Lc7TR-a-My).

La fase di consultazione consente agli enti, agli attori locali e ai cittadini di inviare i propri contributi al Piano adottato e al relativo Rapporto ambientale che ne descrive gli impatti sul sistema delle risorse fisico-naturali, ambientali e paesaggistiche.

Il Piano urbano della mobilità sostenibile, previsto dal Ministero, è uno strumento di pianificazione strategica che ha l’obiettivo di programmare azioni e interventi sul territorio metropolitano, al fine di sviluppare una visione del sistema di mobilità e dei trasporti più accessibile, sicura e meno inquinante, orientata a migliorare la qualità della vita delle persone. Ha un orizzonte temporale decennale ed è aggiornato con cadenza almeno quinquennale, coerentemente con la pianificazione territoriale e gli obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Le Città metropolitane sono in Italia gli enti competenti per la sua redazione e approvazione.