PNRR, on line i fac-simile per i progetti di gestione rifiuti ed economia circolare finanziabili con i fondi europei

Dopo la pubblicazione dei decreti con i criteri di selezione per gli impianti finanziabili e i relativi avvisi per le proposte da parte degli enti locali, il Ministero della Transizione Ecologica ha pubblicato i fac-simile delle proposte di progetto da presentare per accedere agli investimenti. Le domande potranno essere inoltrate a partire da martedì 14 dicembre, sulla piattaforma telematica che sarà accessibile dal sito del MiTe fino al 12 febbraio 2022

533


Si completa il quadro per l’accesso agli investimenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza dedicati a progetti di gestione rifiuti ed economia circolare. Dopo la pubblicazione dei decreti con i criteri di selezione per gli impianti finanziabili e i relativi avvisi per le proposte da parte degli enti locali, il Ministero della Transizione Ecologica ha pubblicato i fac-simile delle proposte (link anche in basso, ndr) di progetto da presentare per accedere agli investimenti.

Punto fermo della misura, lo ricordiamo, rimane l’esclusione di “impianti di smaltimento, di trattamento meccanico biologico e trattamento meccanico della frazione indifferenziata dei rifiuti urbani, gli inceneritori”. Le domande potranno essere inoltrate a partire da martedì 14 dicembre, sulla piattaforma telematica che sarà accessibile dal sito del MiTe fino al 12 febbraio 2022.

Sette le linee d’intervento per le quali sarà possibile fare domanda, nell’ambito dei due fondi da 1,5 miliardi di euro e da 600 milioni. Il primo è destinato alla “realizzazione di nuovi impianti di gestione dei rifiuti e l’ammodernamento di impianti esistenti” e prevede tre linee d’intervento: miglioramento della raccolta differenziata, realizzazione e revamping di impianti per il trattamento dei rifiuti differenziati, costruzione o ammodernamento di siti per il recupero di frazioni critiche di rifiuto come fanghi da depurazione, tessili o prodotti assorbenti per la persona.

Il secondo è destinato alla realizzazione di “iniziative ‘flagship’” di economia circolare, con quattro diverse linee d’intervento da 150 milioni ognuna per realizzare progetti innovativi di riciclo nelle filiere di carta e cartone, plastiche, RAEE, tessili.

In conformità con quanto indicato all’Art. 7 “Termini di presentazione delle Proposte” degli Avvisi delle due linee di investimento M2C1 1.1 e 1.2, pubblichiamo i relativi i fac-simile delle Proposte:

  • Investimento 1.1

  Fac simile Proposta 1.1 Linea A
  Fac simile Proposta 1.1 Linea B
  Fac simile Proposta 1.1 Linea C
 

  • Investimento 1.2

  Fac-simile proposta 1.2.A
  Fac-simile proposta 1.2.B
  Fac-simile proposta 1.2.C
  Fac-simile proposta 1.2.D