Produttori di imballaggi per bevande Usa: il deposito migliora il riciclo, pronti a collaborare

Le industrie americane che producono contenitori per bevande in vetro, metallo e plastica PET, hanno pubblicato una nota in cui si dicono d'accordo sul fatto che i sistemi di deposito cauzionale portino a tassi di riciclo più elevati, nonché a materiali di migliore qualità e valore maggiore che consentono una migliore circolarità. E si dicono inoltre disponibili a collaborare con i legislatori per progettare e implementare sistemi di deposito efficienti ed efficaci

868

L’economia circolare negli Stati Uniti potrebbe trovare nuova linfa grazie ai produttori di imballaggi. Le industrie che producono contenitori per bevande in vetro, metallo e plastica PET, hanno pubblicato una nota in cui si dicono d’accordo sul fatto che i sistemi di deposito cauzionale portino a tassi di riciclo più elevati, nonché a materiali di migliore qualità e valore maggiore che consentono una migliore circolarità. E si dicono inoltre disponibili a collaborare con i legislatori per progettare e implementare sistemi di deposito efficienti ed efficaci.

Si tratta di un’apertura molto significativa, rispetto a resistenze e ostruzionismi di varia natura sui diversi disegni di legge che negli anni passati hanno tentato di introdurre il meccanismo del deposito in alcuni Stati Usa.

Secondo il Container Recycling Institute, nel 2018 nei dieci stati americani in cui sono presenti sistemi di deposito, i tassi di riciclo per bottiglie in PET, bottiglie di vetro e lattine per bevande in alluminio sono stati rispettivamente del 62%, 64% e 77%. Ben più alti dei tassi nazionali che si sono fermati rispettivamente al 28%, 40% e 46% (Figura 1). Per i produttori “non esiste una politica che possa aumentare più rapidamente o con maggiore successo i tassi di riciclo dei contenitori quanto quella del deposito cauzionale”.

Produttori imballaggi

Oltre all’aumento dei tassi di riciclo, i sistemi di deposito possono anche ridurre i rifiuti, fornire materiale di maggior qualità a vantaggio di ciascuna delle industrie che producono contenitori per bevande e produrre una fornitura resiliente di materiali di cui queste industrie hanno bisogno.

Secono i produttori un sistema di deposito efficace ed efficiente ha queste caratteristiche:

  • Rimborso facile e conveniente. Diversi stati hanno adottato un approccio ibrido alla raccolta, compresi i centri di rimborso, la raccolta al dettaglio e le opzioni di vendita inversa. Le opzioni di rimborso dovrebbero essere adattate a livello locale per massimizzare la convenienza per tutte le parti interessate e ridurre l’onere per i rivenditori.
  • I depositi non riscattati dovrebbero rafforzare il sistema di riciclo. Il sistema di deposito fa parte del sistema complessivo di raccolta differenziata. Qualsiasi reddito generato da esso dovrebbe rimanere nel sistema di raccolta del materiale piuttosto che andare a un fondo generale. I ricavi che rimangono all’interno del sistema potrebbero significare che i fondi in eccesso vanno verso infrastrutture di riciclo, campagne educative, finanziamenti temporanei per favorire una transizione graduale verso la presenza di un sistema di deposito e altre attività che aumentano la raccolta del materiale.
  • Un’entità guidata dal settore privato per gestire il sistema. Una singola organizzazione non profit supportata e guidata dal settore privato ridurrebbe i costi netti del sistema e creerebbe efficienze.
  • Valori e struttura dei depositi adeguati. L’importo del deposito addebitato ai consumatori dovrebbe essere sufficiente per incentivarli a riciclare i propri contenitori. La scelta del tipo di container da parte del consumatore non dovrebbe essere influenzata dalle commissioni di deposito.
  • Includere tutti i tipi di bevande e i contenitori. Il punto di partenza dovrebbe essere quello di includere tutti i tipi di bevande e contenitori. Dovrebbero essere consentite solo eccezioni minime. Ciò riduce il rischio di creare un incentivo perverso a utilizzare contenitori per bevande problematici o non riciclabili per evitare di pagare un deposito e significa che tutti i contenitori per bevande beneficiano di tassi di riciclaggio più elevati e di materiale più pulito fornito dai depositi. Man mano che vengono introdotte nuove bevande, dovrebbe esserci uniformità sulla loro inclusione nei programmi di deposito piuttosto che un mosaico di requisiti statali che creano inefficienza e confusione per i produttori.
  • Marcature di deposito chiare.  I contrassegni armonizzati dovrebbero essere stampati su ciascun contenitore per bevande in modo che i consumatori sappiano che può essere riscattato e le sedi di riscatto possono facilmente riconoscere il contenitore come idoneo per il riscatto. I produttori di contenitori per bevande dovrebbero avere la flessibilità di inserire il testo o il logo standard ovunque sul contenitore in un’area facilmente visibile.