Rifiuti di Roma, Gualtieri: “Anche a Torino si usa l’inceneritore e i partiti sono d’accordo”

il sindaco di Roma, intervenendo su Rai3 sul progetto dell'inceneritore a Roma, che oltre ad aver spaccato la sua maggioranza aveva provocato forti proteste da parte del M5S in Consiglio Comunale, ha detto: "In tante città, anche a Torino con la sindaca Appendino, si usa il termovalorizzatore e i due partiti (Pd e M5s, ndr) poi sono andati insieme al voto. A Roma il Movimento 5 Stelle è all'opposizione e il tema viene drammatizzato, ma mi sembra francamente un fenomeno locale"

1246
ANSA/FILIPPO ATTILI/US PALAZZO CHIGI ++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++

“In tante città, anche a Torino con la sindaca Appendino, si usa il termovalorizzatore e i due partiti (Pd e M5s, ndr) poi sono andati insieme al voto. A Roma il Movimento 5 Stelle è all’opposizione e il tema viene drammatizzato, ma mi sembra francamente un fenomeno locale”. Così il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, intervenendo ad Agorà Extra su Rai3 sul progetto dell’inceneritore a Roma, che oltre ad aver spaccato la sua maggioranza aveva provocato forti proteste da parte del M5S in Consiglio Comunale.

“È probabile che chi è all’opposizione a Roma abbia spinto per radicalizzare la posizione”, ha aggiunto Gualtieri. “Poi, forse, andando verso le elezioni è normale che si vogliano radicalizzare le proprie posizioni”, ma “non mi interessano le polemiche, a Roma è importante recuperare il tempo perduto”, ha concluso il sindaco.

Intanto la direzione romana del Pd ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno presentato dal segretario Casu a sostegno della strategia sul ciclo dei rifiuti proposta da Gualtieri. Lo afferma una nota del presidente del Pd di Roma Sibi Mani Kumarangalam, nella quale si sottolinea che “a seguito della relazione dell’assessora Alfonsi e del confronto in direzione, il Pd Roma ha scelto di sostenere unitariamente il coraggio del sindaco Gualtieri”.

Contestualmente si provvederà ad “avviare una campagna permanente di sensibilizzazione e informazione attraverso assemblee nei circoli e iniziative di comunicazione sul territorio per coinvolgere tutte le romane e i romani nella realizzazione degli obiettivi previsti.” 

(Ansa)