Roma: con “Il tuo quartiere non è una discarica” del 19 dicembre raccolte oltre 190 tonnellate di ingombranti

Si chiude con successo la 22esima edizione della campagna “Il tuo quartiere non è una discarica”, raccolta straordinaria di rifiuti urbani e ingombranti organizzata nella Capitale da AMA in collaborazione con il TGR Lazio. Anche in questa giornata finale l’iniziativa si è arricchita con la presenza, in alcuni siti, dei volontari del Riuso con associazioni, cooperative sociali e organizzazioni del Terzo Settore che promuovono progetti e iniziative volte al riutilizzo dei beni e con le quali l’azienda ha già da tempo siglato degli specifici protocolli di intesa

463
Rifiuti fuori dai cassonetti in via Francesco Marconi, zona Pineta Sacchetti, Roma 20 maggio 2020 ANSA / FABIO FRUSTACI

Oltre 190 tonnellate di materiali consegnate solo questa mattina (domenica 19 dicembre, ndr) nei municipi pari di Roma e quasi 1800 nel corso di tutti i dieci appuntamenti 2021. Si chiude con successo la 22esima edizione della campagna “Il tuo quartiere non è una discarica”, raccolta straordinaria di rifiuti urbani e ingombranti organizzata nella Capitale da AMA in collaborazione con il TGR Lazio. Anche in questa giornata finale l’iniziativa si è arricchita con la presenza, in alcuni siti, dei volontari del Riuso con associazioni, cooperative sociali e organizzazioni del Terzo Settore che promuovono progetti e iniziative volte al riutilizzo dei beni e con le quali l’azienda ha già da tempo siglato degli specifici protocolli di intesa.

Lo comunica l’azienda in una nota

Nelle postazioni messe a disposizione questa mattina dall’azienda sono stati raccolti e differenziati secondo la categoria merceologia (legno, ferro, plastica, altri metalli) i normali rifiuti ingombranti (sedie, letti, divani, scaffalature, materassi, ecc), i RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche come computer, televisori, stampanti, telefonini, frigoriferi, lavatrici, condizionatori, ecc.) ed altri materiali particolari (come pile, oli esausti, contenitori con residui di vernici e solventi). Anche i Centri di Raccolta fissi sono rimasti aperti con orario domenicale, compresi tutti quelli attivi nei municipi dispari. Tutti i materiali verranno avviati alle rispettive filiere di recupero. In alcune ecostazioni, poi, i cittadini hanno potuto consegnare anche libri usati all’associazione culturale Nuova Acropoli, vecchie biciclette o parti di esse all’associazione Ciclonauti, ausili o protesi sanitarie all’associazione Joni and Friends Italia e vecchi cellulari e tablet alla cooperativa sociale W.A.Y.S. onlus.

A tutela della sicurezza di utenti, volontari e lavoratori tutte le operazioni di raccolta si sono svolte, anche con il supporto della Polizia Locale di Roma Capitale, con accessi scaglionati di veicoli e persone e rispetto del distanziamento.

“Il tuo quartiere non è una discarica” tornerà a gennaio con l’edizione 2022. Nel raccomandare ai cittadini, specie in questo periodo festivo, di conferire correttamente tutte le tipologie di rifiuto AMA ricorda come sempre che sono a disposizione altri due canali, gratuiti e facilmente accessibili, per disfarsi dei rifiuti ingombranti, elettrici, elettronici e di tutti quei materiali che non devono essere assolutamente conferiti nei cassonetti stradali o abbandonati a terra. Gli utenti possono infatti utilizzare i Centri di Raccolta aziendali,aperti tutti i giorni, domenica compresa, e dislocati in più aree della città, oppure ricorrere al servizio di ritiro a domicilio per i materiali fino a 2 metri cubi di volume, prenotabile al “ChiamaRoma” 060606 o compilando il modulo on-line sul sito web aziendale. Tutte le informazioni sul corretto smaltimento dei rifiuti ingombranti sono comunque disponibili su www.amaroma.it o contattando il numero verde   800 867 035.