Smog: a Padova è scattato il livello di allerta arancio

Da martedì 14 dicembre a Padova è scattato il livello di allerta arancio previsto dopo 4 giorni consecutivi di superamento misurato e/o previsto del valore di 50 µg/m3 di PM10

898

Da martedì 14 dicembre a Padova è scattato il livello di allerta arancio previsto dopo 4 giorni consecutivi di superamento misurato e/o previsto del valore di 50 µg/m3 di PM10. Entra in vigore un inasprimento delle misure come previsto dalle Ordinanze sindacali n. 28 e 29 del 30/09/2021, ed è quindi vietata la circolazione di:

  • autoveicoli trasporto persone (categoria M) e trasporto merci (categoria N) alimentati a benzina Euro 0, Euro 1 e Euro 2,
  • autoveicoli trasporto persone (categoria M) alimentati a gasolio Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4 e Euro 5,
  • autoveicoli trasporto merci (categoria N) alimentati a gasolio Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3 e Euro 4,
  • motoveicoli e ciclomotori (categoria L) Euro 0 e Euro 1.

Lo stato di emergenza Covid in vigore, che permetteva di derogare al blocco dei veicoli Euro 4 a gasolio con il livello di allerta verde, non viene preso in considerazione con i livelli arancione e rosso. Per quanto riguarda gli impianti termici con il livello arancione è prevista la limitazione della temperatura degli ambienti, che non deve superare:

  • i 18 gradi (con tolleranza di 2° C) negli edifici adibiti a: abitazioni, uffici, attività ricreative, attività commerciali, attività sportive e attività scolastiche;
  • i 17 gradi (con tolleranza di 2° C) negli edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali.

È previsto inoltre:

  • il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici (caldaie, stufe, caminetti…) alimentati a biomassa legnosa (legna, cippato, pellet…) di classe 1 stella, 2 stelle e 3 stelle (classificazione ai sensi del Decreto n. 186 del 07/11/2017), in presenza di impianto di riscaldamento alternativo;
  • il divieto di combustioni all’aperto di piccoli cumuli di materiale vegetale da attività agricole e forestali;
  • il divieto di barbecue, falò rituali, fuochi d’artificio a scopo di intrattenimento;
  • il divieto di spandimento di liquami zootecnici.

L’assessora all’ambiente Chiara Gallani dichiara: “Le condizioni meteorologiche delle scorse settimane, con molte piogge, hanno garantito una buona qualità della nostra aria e il permanere del livello di allerta verde, ma le previsioni per i prossimi giorni sono di alta stabilità atmosferica, per cui è probabile che si prosegua con il livello di allerta arancione anche con il prossimo bollettino di mercoledì. Ricordo che è prevista la sospensione delle limitazioni per gli autoveicoli nel periodo natalizio dal 18 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022, significa che entreremo nel periodo di sospensione delle misure con livello verde e arancio e per questo invito tutti i padovani e le padovane ad agire con coscienza e utilizzare il meno possibile l’automobile, regolare il riscaldamento ed evitare l’uso di caminetti e stufe. Il rischio è che a gennaio scatti l’allerta rossa, che potrebbe accompagnarci per tutto il primo periodo dell’anno. A tal proposito ricordo le agevolazioni che abbiamo messo in campo per favorire l’utilizzo dei mezzi pubblici per gli spostamenti nel periodo natalizio: l’estensione della validità del biglietto famiglia e l’estensione della validità del biglietto urbano in alcune giornate“.