Torino, approvate all’unanimità due mozioni per sostenere chi utilizza il teleriscaldamento

Approvate dal Consiglio Comunale, la prima invita il sindaco a contattare Iren per evitare che gli utenti in regola con il pagamento del teleriscaldamento non rischino che venga staccata loro la fornitura a causa della morosità degli altri condomini, la seconda chiede alla società una maggiore pubblicizzazione del "bonus teleriscaldamento" che l’azienda erogherà quest’anno a nuclei monoparentali o pluriparentali con Isee sino a 20mila euro

506
Torino teleriscaldamento

Nella seduta di mercoledì 2 novembre 2022 il Consiglio Comunale di Torino ha approvato due mozioni relative al teleriscaldamento in città.

Il primo provvedimento, a firma Pierlucio Firrao (Torino Bellissima), deliberato all’unanimità (37 voti favorevoli su 37 consigliere e consiglieri presenti), impegna il Sindaco a contattare Iren per evitare che gli utenti del teleriscaldamento in regola con il pagamento delle bollette non rischino di vedersi staccare la fornitura a causa della morosità di altri condomini. La mozione invita altresì il Sindaco a sollecitare il Governo per ottenere sgravi economici per contrastare il “caro bollette” anche a favore di chi utilizza il teleriscaldamento.

Il secondo provvedimento, a firma Anna Borasi (PD), anch’esso approvato dalla Sala Rossa all’unanimità (27 voti favorevoli su 27 consigliere e consiglieri presenti), invita Sindaco e Giunta Comunale a richiedere a Iren una maggiore pubblicizzazione del “bonus teleriscaldamento” che l’azienda erogherà quest’anno a nuclei monoparentali o pluriparentali con Isee sino a 20mila euro. In particolare, si richiede a Iren la disponibilità a predisporre una comunicazione del bonus attraverso l’affissione di manifesti negli spazi gratuiti nei quartieri coperti dal servizio di teleriscaldamento.

Si chiede a Iren anche la disponibilità a stipulare una convenzione con i Caf per presentare le domande per usufruire del bonus.

Infine, la mozione invita Sindaco e Giunta Comunale a sollecitare la Giunta Regionale del Piemonte affinché preveda in bilancio uno stanziamento per le bollette del teleriscaldamento a favore di cittadine e cittadini in situazione di morosità energetica incolpevole.

Nel dibattito in Consiglio Comunale, Pierino Crema (PD) ha chiesto di monitorare la situazione e di valutare gli incentivi già stanziati, favorendo un coordinamento degli interventi da parte del Comune di Torino. Tesi sostenuta anche da Alice Ravinale (Sinistra Ecologista), che attende le misure del Governo per far fronte all’emergenza riscaldamento, e da Silvio Viale (Lista Civica per Torino), che ha chiesto a Regione e Governo interventi puntuali, anche perché il Comune di Torio – ha detto – non sarà in grado di pagare le bollette che cittadine e cittadini non potranno pagare.

“Ci auguriamo che i pagamenti del teleriscaldamento possano essere individuali, per non penalizzare chi paga regolarmente le bollette”, ha affermato Pierlucio Firrao (Torino Bellissima), Anna Borasi (PD) ha aggiunto che “la Regione Piemonte aumenti gli stanziamenti per le morosità incolpevoli, non solo per gli affitti, ma anche per le bollette”.

L’assessore al Welfare, Jacopo Rosatelli, ha sottolineato l’importanza dei due provvedimenti e l’impegno della Città nel coordinare gli interventi, anche nel privato sociale.