Bonus bici, dal 3 novembre la procedura on line: come arrivare preparati al click day

Da martedì 3 novembre si potranno caricare i propri dati sul portale del Ministero per richiedere il contributo introdotto dal governo per bici, monopattini e servizi sharing. Farà fede la data d'immissione dei dati, non la data di acquisto del mezzo

145

È stata una lunga attesa che ha spazientito molto persone, ma finalmente ci siamo. Dal 3 novembre si potranno caricare i propri dati sul portale per richiedere il cosiddetto bonus bici, valido per l’acquisto di biciclette,anche assistite, monopattini, hoverboard e servizi di sharing. Dalla mezzanotte di martedì, infatti, sul sito del Ministero dell’Ambiente, sarà operativa la piattaforma online per richiedere l’agognato contributo. 

È fondamentale prepararsi in anticipo e avere sottomano tutti i documenti necessari per fare la richiesta. Questo perché non conta la data d’acquisto per avere il bonus, ma conta la data di caricamento e probabilmente il portale verrà preso d’assalto. Il governo ha stanziato 210 milioni di euro per il bonus ed è possibile fare richiesta fino ad esaurimento fondi, anche se dal ministero dell’Ambiente rassicurano che ci saranno soldi per tutti. L’incentivo vale dal 4 maggio al 31 dicembre 2020 ed è pari al 60% della spesa sostenuta e, in ogni caso, non oltre il valore di 500 euro.

Ecco di seguito tutti i documenti che è necessario avere:

·      Spid: ovvero l’identità digitale. Se già ne siete in possesso siete già a buon punto. In caso contrario dovete richiederla. Esistono diverse aziende che offrono questo servizio chi a pagamento e chi in maniera gratuita. Tra queste il sito di Poste, dovrete prima fare la registrazione online e poi recarvi in qualsiasi ufficio postale per confermare la vostra identità. Questo non è un meccanismo immediato, quindi il consiglio è quello di attivarsi da subito.

·      Fattura: preparate fin da subito i vostri scontrini parlanti o le fatture. Sono soltanto questi due tipi di documenti che possono essere caricati. Devono però essere in formato digitale, nel caso in cui abbiate il formato cartaceo, dovete scannerizzarli in modo da poterli caricare.

·      Iban: tenete a portata i dati della vostra banca da inserire sul portale per ricevere il bonifico.

Lo Stato ha fissato la data del 4 novembre per dividere l’incentivo in due fasi. Chi ha acquistato la bici prima di tale data dovrà caricare i propri dati sul portale per ricevere il rimborso sotto forma di bonifico sul proprio conto. Chi acquista la bicicletta dal 4 novembre in poi, avrà un bonus digitale da utilizzare al momento dell’acquisto. Questo bonus avrà valenza fino al 31 dicembre 2020.

Al ministero dell’Ambiente è attivo un team pronto a intervenire per sbloccare eventuali blocchi del sistema: chi avesse problemi può chiamare il centralino del ministero al numero 0657221 o all’Urp (0657225722, urp@minambiente.it) che inoltrerà al team chiamate e quesiti.