Rifiuti Roma, dal M5s parte un esposto contro l’inceneritore

Depositato alla Corte dei Conti, punta a bloccare il progetto. “È ora di porre un freno deciso a questa decisione scellerata che rischia seriamente di danneggiare un territorio, la salute dei cittadini capitolini e di minare il futuro delle giovani generazioni”

583
Esposto inceneritore Roma

La notizia arriva in una nota congiunta dei gruppi capitolini M5S RomaLista Civica Raggi e la consigliera della Civica Raggi in IX Municipio Carla Canale: la battaglia contro la costruzione dell’inceneritore di Roma continua con un esposto depositato alla Corte dei Conti.

“Ieri via Pec abbiamo depositato l’esposto alla Corte dei Conti contro l’inceneritore voluto da Gualtieri e dalla maggioranza che lo sostiene – si legge nella nota pentastellata – : è ora di porre un freno deciso a questa decisione scellerata che rischia seriamente di danneggiare un territorio, la salute dei cittadini capitolini e di minare il futuro delle giovani generazioni. Uno strumento superato, ecologicamente insostenibile, lontano dagli obiettivi ambientali europei e velenoso per il paesaggio circostante va contrastato con tutte le frecce al nostro arco. Abbiamo appena scagliato la prima: sia chiaro che non deroghiamo e non derogheremo in alcun modo ai nostri princìpi, ma lotteremo fino in fondo a difesa di Roma e della salute dei nostri concittadini”.

Sul tema il dibattito è acceso anche all’interno dello stesso Partito Democratico. Proprio in questi giorni, infatti, si è dimesso l’assessore all’ambiente, rifiuti e agricoltura del Municipio IX di Roma, Alessandro Lepidini, contrario all’ipotesi della costruzione di un inceneritore a Roma nella zona di Santa Palomba a sud della Capitale. Recentemente il processo è stato accelerato dalla formalizzazione dell’acquisto dei terreni da parte di Ama.