Anche Greta Thunberg a Torino per il ‘Climate Social Camp’ di Fridays For Future

Dal 25 al 29 luglio si svolgerà al parco della Colletta il meeting europeo del movimento ambientalista Friday For Future. “Climate Social Camp”, questo il nome dell’evento che si svolgerà al parco della Colletta, sarà un importante appuntamento all’insegna dell’ecosostenibilità e della sensibilizzazione ambientale contro i cambiamenti climatici. Sono attesi migliaia di giovani attivisti da tanti paesi, ma l’ospite più attesa è sicuramente Greta Thunberg

1380
Greta Thunberg collettivo Friday For Future “Climate Social Camp”

Dal 25 al 29 luglio si svolgerà a Torino il meeting europeo del movimento ambientalista Fridays For Future. “Climate Social Camp”, questo il nome dell’evento che si svolgerà al parco della Colletta, sarà un importante appuntamento all’insegna dell’ecosostenibilità e della sensibilizzazione ambientale contro i cambiamenti climatici. Sono attesi migliaia di giovani attivisti da tanti paesi, ma l’ospite più attesa è sicuramente Greta Thunberg.

I giovani si troveranno in università per partecipare ai numerosi dibattiti organizzati. Si parte il 26 luglio alle 9.30 al Campus Luigi Einaudi. Il tema è come riuscire ad accelerare il cambiamento e arrestare la crisi climatica. Due i gruppi di discussione che affronteranno uno la questione delle lotte per il clima dell’Africa, del Sudamerica e dell’Asia. Parlerà l’attivista ugandese Patience Nabukalu. Nel secondo gruppo si discuterà di come organizzarsi per fermare le multinazionali del fossile e interverrà Luisa Santi, attivista brasiliana in Amazonia. Tanti anche i workshop e i momenti di formazione incentrati su l’Eacop, il più grande oleodotto al mondo che mette a rischio l’Africa orientale e le comunità indigene in Messico e Indonesia.

Abbiamo sentito Alessio, del collettivo Fridays For Future Torino che ci ha raccontato come si svilupperà il Climate Social Camp: “Sarà logisticamente organizzato con aree per montare le tende, aree per mangiare, per fare i dibattiti, i workshop e un’area concerti che la sera sarà comunque aperta al pubblico. Ci saranno grandi ospiti e artisti della scena italiana. Sarà al parco della Colletta, scelto perché così è vicino al Campus, dove i delegati di Fridays For Future si incontreranno per quattro giorni per organizzarsi, discutere, confrontarsi sul come far andare avanti il movimento. Al Camp invece ci saranno attivisti e attiviste di tanti altri movimenti, che appunto si alterneranno tra dibattiti e workshop. Invitiamo ovviamente la cittadinanza a partecipare agli eventi perché il contributo di tutti può essere importante”.

“A livello logistico e di sicurezza siamo organizzati per preservare e proteggere la sua persona sia da fan troppo sfegatati sia da haters di varia natura. A livello politico noi cerchiamo di essere un movimento orizzontale in cui la voce di tutti abbia la stessa importanza, dunque Greta vivrà e parlerà esattamente come un qualunque altro attivista per il clima che sarà presente quella settimana”.

Il gruppo ha lanciato una campagna di crowdfunding per finanziare le diverse spese e non dover dipendere da sponsor, “prima di tutto – spiega Alessio – per permettere ad attivisti che arrivano da diverse aree d’Europa e del mondo di partecipare senza costi per loro, dato che spesso risulterebbero inaccessibili. Qualunque attivista deve poter avere il diritto di arrivare, ed è per questo che è importante sostenere e diffondere il crowdfunding”.

Venerdì 29 luglio si terrà al mattino la grande manifestazione conclusiva, “vorremmo invitare la cittadinanza a partecipare quel giorno, insieme a noi a marciare per il clima – ha concluso Alessio – farà caldo, sicuramente, ma se non vengono prese le decisioni giuste e intraprese le azioni necessarie farà ancora più caldo gli anni a venire”.