Risultati positivi per Humana Italia a Torino: in un anno raccolti oltre 2,7 milioni di chili di abiti

La sede torinese di Humana People to People Italia condivide il grande traguardo raggiunto nell’ultimo anno e gli impatti sociali e ambientali positivi generati.

509
Humana Italia

Nel 2021 la filiale di Nichelino (TO) di Humana People to People Italia ha raggiunto importanti risultati nel servizio di raccolta e avvio a recupero degli indumenti usati. Presente sul territorio ormai da 10 anni, raggiunge con il servizio di raccolta abiti tramite contenitori stradali le province di Torino, Asti e Cuneo.

Solo nello scorso anno i cittadini hanno affidato all’organizzazione umanitaria oltre 2,7 milioni di chili di indumenti e accessori usati. Un quantitativo significativo che viene valorizzato tramite la filiera di Humana e che contribuisce così a sostenere progetti sociali in Italia e nel mondo e a tutelare l’ambiente. Ciò è possibile grazie al lavoro di squadra dei 208 dipendenti di Humana Italia, di cui 23 solo sul territorio piemontese. Oltre alla sede di Nichelino, Humana Italia conta altre quattro sedi in provincia di Milano, Brescia, Rovigo e Teramo.

Si tratta di un esempio virtuoso di economia circolare che negli anni ha conquistato la fiducia di numerosi comuni e che ha l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale del settore tessile. A sottolineare l’importanza che tale attività ha assunto negli anni, occorre ricordare che, da gennaio è entrata in vigore in Italia l’obbligatorietà della raccolta differenziata dei tessili secondo il Dlgs 152/2006.
La primavera porta con sé anche il tradizionale momento del cambio dell’armadio. In questo periodo le persone sono infatti impegnate a riorganizzare il guardaroba e riconsiderare i propri capi. Affidare gli indumenti che non si utilizzano più ad Humana Italia è quindi un’occasione concreta per compiere un gesto gentile nei confronti del pianeta e delle persone.

Tale azione, messa in pratica dai cittadini delle province servite dalla filiale torinese, ha permesso nel 2021 di risparmiare 9,9 milioni di chili di emissioni di C02 e 16 miliardi di litri d’acqua e di evitare l’utilizzo di 833 mila chili di pesticidi e di 1,7 milioni di chili di fertilizzanti. Inoltre, anche grazie al prezioso contributo di questi territori, nel 2021, Humana Italia ha sostenuto progetti di sviluppo in India, Brasile, Mozambico, Malawi e Zambia.

“Il 2021 è stato un anno pieno di soddisfazioni per la nostra sede. Non solo per i risultati raggiunti, ma anche perché siamo stati i primi a proporre il nuovo contenitore con la grafica rinnovata nella città di Asti, nella quale abbiamo avviato il servizio proprio lo scorso anno. L’iniziativa ha avuto molto successo e l’obiettivo è di allargarla progressivamente a tutti i territori in cui siamo e saremo presenti. Inoltre, Torino rappresenta per noi un esempio fino ad ora unico in Italia: qui i cittadini possono toccare con mano il circolo virtuoso della nostra attività, dalla raccolta tramite i contenitori alla vendita finale nei negozi Humana Vintage e Humana Second Hand” – afferma Paolo Giongo, Unit Manager della filiale di Torino di Humana People to People Italia.

Humana Italia si occupa dell’intera gestione degli abiti che vengono inseriti nei propri contenitori stradali, dalla raccolta alla selezione sino alla vendita finale. A pochi km dalla filiale torinese, infatti, si possono raggiungere facilmente i negozi Humana Vintage (in via Pietro Micca ang. via Mercanti e in via Po 39) e Second Hand (Corso Vittorio Emanuele II 41) di Torino, dove è possibile trovare capi di qualità a prezzi accessibili. Inoltre, è possibile acquistare responsabilmente anche sullo shop online dedicato.

I cittadini che vogliono affidare i propri indumenti o accessori usati all’organizzazione umanitaria, possono quindi trovare il contenitore più vicino scaricando l’app Junker oppure consultando la pagina http://raccoltavestiti.humanaitalia.org/trova-il- contenitore/