Il 63% dei cittadini a favore del divieto UE sulla vendita di auto a benzina e diesel dopo il 2030

Julia Poliscanova (Transport & Environment): “Da Barcellona a Cracovia c'è un ampio sostegno per porre fine alle vendite di auto a combustibili fossili nell'UE

431
divieto UE vendita auto benzina diesel 2030

Secondo un nuovo sondaggio online di YouGov in 15 città europee e commissionato da Transport & Environment, quasi due terzi dei residenti guardano con favore al divieto della vendita di nuove auto a benzina e diesel in Europa dopo il 2030. Una graduale eliminazione a livello europeo delle vendite di auto a combustibili fossili è una delle opzioni sul tavolo legislatori UE in vista dei nuovi regolamenti per permettere il raggiungimento dell’obiettivo di una Europa climaticamente neutrale entro il 2050.

Il sondaggio mostra che il 63% degli abitanti delle città nel quale si è svolto il sondaggio sostiene che solo le auto a emissioni zero possono essere vendute dopo il 2030. Solo il 29% si oppone a una graduale eliminazione delle vendite di auto a benzina e diesel entro tale data. YouGov, per conto di Transport & Environment (T&E), ha intervistato 10.050 persone online in 15 delle più grandi città europee in otto paesi: Belgio, Francia, Germania, Ungheria, Italia, Polonia, Spagna e Regno Unito.

divieto UE vendita auto benzina diesel

“Da Barcellona a Cracovia – commenta Julia Poliscanova, direttore senior per i veicoli e la mobilità elettrica di T&E – c’è un ampio sostegno per porre fine alle vendite di auto a combustibili fossili nell’UE. Le persone che vivono in città sono le più esposte ai livelli tossici di inquinamento atmosferico e non vogliono che i motori a combustione interna vengano venduti più a lungo del necessario “.

In tutte le 15 città (Londra, Birmingham, Madrid, Barcellona, Milano, Roma, Amburgo, Berlino, Parigi, Lione, Brussels, Antwerp, Varsavia, Cracovia e Budapest) c’è una consistente maggioranza (dal 51% al 77%) a sostegno delle vendite di auto a emissioni zero dopo il 2030. Il sostegno è maggiore tra gli abitanti delle città che hanno sofferto di Covid-19. Di coloro che sono stati infettati o avevano una persona infetta vicino a loro, il 66% sostiene la misura, rispetto al 56% di coloro che non conoscono nessuno infetto o non lo ricordano. Diversi studi hanno evidenziato possibili collegamenti tra inquinamento atmosferico, di cui il trasporto su strada è la causa principale, e una maggiore mortalità correlata al Covid.
“I politici – ha concluso Julia Poliscanova – dovrebbero ascoltare la gente, che si dice pronta per la piena transizione ai veicoli a zero emissioni entro il 2030. Quest’estate la Commissione europea dovrebbe proporre una data di fine a livello europeo per la vendita di auto a combustione interna. motori. “

La Commissione europea potrebbe fissare una data per la fine della commercializzazione e vendita di auto a combustibili fossili entro giugno, quando proporrà di inasprire i target di emissione di CO2 delle auto. Dieci governi europei hanno già adottato piani che vanno in questa direzione, ma restano dubbi sulla legalità di procedere senza un’eliminazione graduale a livello dell’UE. Inoltre, mentre diverse case automobilistiche hanno reagito annunciando la graduale eliminazione volontaria della produzione di auto a combustibili fossili, è necessaria una scadenza dell’UE per vincolare anche gli altri produttori di autovetture.

divieto UE vendita benzina diesel 2030

Qui il link al sondaggio

Fonte: Transport & Environment