Il comune di Bologna ha inaugurato 4 nuove linee di Pedibus

Con queste 4 nuove linee dell’Istituto Comprensivo 4 al Quartiere Navile salgono a 25 le linee Pedibus che interessano 12 scuole della città, circa 300 bambini e oltre 130 accompagnatori. Una semplice soluzione per ridurre l’uso dell’auto in città, in particolare vicino alle scuole, con importanti benefici anche per lo sviluppo dell’autonomia dei bambini, della socialità, della conoscenza e presidio del territorio, oltre che un esempio di cittadinanza attiva

744

Il sindaco di Bologna, Matteo Lepore, ha inaugurato 3 nuove linee di Pedibus alla scuola primaria Mader con 34 bambini e 7 accompagnatori volontari. Con lui anche l’assessore alla Scuola Daniele Ara e la delegata ai Quartieri Erika Capasso. Giovedì 16 dicembre partirà una nuova linea pedibus anche alla scuola primaria Marsili con con 8 bambini e 6 accompagnatori. Con queste 4 nuove linee dell’Istituto Comprensivo 4 al Quartiere Navile salgono a 25 le linee Pedibus che interessano 12 scuole della città, circa 300 bambini e oltre 130 accompagnatori.

L’esperienza del Pedibus in città si è sviluppata nel 2019, dopo alcune precedenti esperienze pilota, quando il Comune di Bologna, per promuovere e consolidare a livello cittadino buone pratiche di mobilità scolastica sicura e sostenibile, promuove il progetto “Bologna a scuola si muove sostenibile” che ha visto anche la costituzione di un Tavolo di lavoro comunale Intersettoriale che si occupa di definire le modalità con cui dare attuazione a queste politiche con un approccio interdisciplinare.

Il Pedibus si offre come possibilità per le famiglie di rinunciare al mezzo privato sul tragitto casascuola, decongestionando il traffico, eliminando l’inquinamento causato dall’automobile e dando ai più piccoli l’opportunità di muoversi in compagnia, in maniera sostenibile e salutare, in contatto diretto con il territorio del quale si acquisisce maggior consapevolezza. 

Si sale a fermate prestabilite, con un percorso, degli orari fissi e un regolamento da seguire: sono i Pedibus, gli scuolabus a piedi, che sotto la guida di genitori volontari accompagnano a scuola i bambini.  Una semplice soluzione per ridurre l’uso dell’auto in città, in particolare vicino alle scuole, con importanti benefici anche per lo sviluppo dell’autonomia dei bambini, della socialità, della conoscenza e presidio del territorio, oltre che un esempio di cittadinanza attiva.

Il Tavolo, con il coordinamento del Settore Mobilità Sostenibile e Infrastrutture e il supporto specialistico di esperti come Valter Baruzzi (Diatesi) e Centro Antartide, vede la partecipazione dei settori: Educazione, Istruzione, Nuove generazioni, Cittadinanza attiva, Polizia Locale, Unità Intermedia Salute e Città Sana e Ufficio di Piano (Urbanistica). Il Tavolo si è inoltre interfacciato con i Quartieri e con FIU.