Comieco, dal 1° luglio il contributo ambientale Conai per carta e cartone passa da 10 a 5 euro a tonnellata

È la terza riduzione in un anno: già a luglio 2021 il CAC carta era sceso da 55 a 25 euro; a gennaio 2022 da 25 a 10 e ora si riduce ulteriormente. Questo grazie in primo luogo all’aumento dei valori di mercato della materia prima seconda, che hanno determinato maggiori ricavi per la cessione del macero, in secondo luogo, in secondo alla gestione economica positiva del consorzio Comieco

1341
carta e cartone

Buone notizie per gli utilizzatori di packaging in carta e cartone. Su proposta di Comieco, Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, il Consiglio di amministrazione CONAI, Consorzio Nazionale Imballaggi, ha approvato la riduzione del Contributo Ambientale CONAI per la carta – da 10 €/tonnellata a 5 €/tonnellata – a partire dal 1° luglio 2022.

È la terza riduzione in un anno: già a luglio 2021, infatti, il CAC carta era sceso da 55€ a 25€ a tonnellata; a gennaio 2022 un’ulteriore delibera aveva più che dimezzato il contributo da 25€ a 10€, e ora il CAC si riduce ulteriormente.

Sono numerosi i fattori che hanno reso possibile questa riduzione: in primo luogo, l’aumento dei valori di mercato della materia prima seconda che hanno determinato maggiori ricavi per la  cessione del macero, in secondo luogo, la gestione economica positiva di Comieco che mette il Consorzio nelle condizioni di garantire l’avvio a riciclo della carta il cartone differenziati anche con un contributo ulteriormente dimezzato e, ultimi ma non meno importanti, gli ottimi risultati in termini di tasso di riciclo. Per il secondo anno consecutivo, infatti, l’Italia ha superato l’obiettivo UE 2030 per il tasso di riciclo, fissato all’85%.