La Gran Bretagna sperimenta per prima i ‘kinetics flooring’ per produrre energia con i passi dei pendolari

Alla stazione ferroviaria di Leighton Buzzard (UK) è stato installato un sistema che utilizza l'energia cinetica dei passi dei pendolari per alimentare due banchi di ricarica (per smartphone) e uno schermo per la visualizzazione di dati in tempo reale

836
kinetics flooring

Alla stazione ferroviaria di Leighton Buzzard, cittadina di 30 mila abitanti nel cuore del Bedfordshire a 60km a nord di Londra, è stato installato un sistema che utilizza l’energia cinetica dei passi dei pendolari per alimentare due banchi di ricarica (per smartphone) e uno schermo per la visualizzazione di dati in tempo reale. Per ora si tratta di una sperimentazione unica nel suo genere che possiamo mostrarvi “in anteprima” grazie al video inviatoci dal nostro lettore Sabino Vendola.

Finanziato dal Dipartimento dei Trasporti inglese attraverso il programma ADEPT SMART Places Live Labs da 22,9 milioni di sterline, il pavimento cinetico è stato installato da Pavegen e dal Central Bedfordshire Council per sensibilizzare i pendolari sulla sostenibilità attraverso i passi di circa 1,75 milioni di persone che viaggiano da e verso il stazione.

Il Central Bedfordshire Council ha assicurato 1,05 milioni di sterline per il programma Live Labs e ha collaborato con Ringway Jacobs, West Midlands Trains e Pavegen, per creare il progetto. La pavimentazione cinetica della stazione ferroviaria è solo una parte del finanziamento di 1,05 milioni di sterline per la transizione ecologica del sistema dei trasporti del Bedfordshire

Giovedì 8 aprile durante l’inaugurazione del primo kinetics flooring il consigliere Ian Dalgarno (membro esecutivo per i servizi alla comunità presso il Central Bedfordshire Council) ha dichiarato: “Sono lieto che il Central Bedfordshire Council faccia parte di questo processo entusiasmante e innovativo come parte del programma ADEPT Live Labs. Questo dispositivo fa emergere come potremmo usare l’energia cinetica per alimentare le risorse autostradali vicine e dopo aver visto l’installazione sono davvero impressionato dal modo in cui funziona la tecnologia Pavegen. È la nostra prima prova di Live Labs da completare e sono certo che i nostri residenti si impegneranno davvero nell’utilizzo”.

“L’energia non sfruttata nei nostri hub di trasporto – spiega Giles Perkins, Direttore del programma Live Labs – rappresenta una reale opportunità per fornire fonti energetiche sostenibili per alimentare applicazioni su misura, coinvolgendo il pubblico e incoraggiando il cambiamento comportamentale. Questa sperimentazione aiuterà a dimostrare la fattibilità della tecnologia e potrebbe rappresentare un cambiamento radicale nel modo in cui gli hub di trasporto interagiscono con i pendolari”.

Foto: Central Bedfordshire Cuncil

Video: Sabino Vendola