Milano, crollo dei passeggeri sui mezzi pubblici: – 60% rispetto ad ottobre 2019

Lo ha detto a Buongiorno, su Sky TG24, l’assessore alla Mobilità del capoluogo lombardo Marco Granelli. "Negli ultimi giorni della scorsa settimana eravamo al 41% dei passeggeri, 600mila persone al giorno rispetto a 1,4 milioni dello scorso anno"

235

Crolla di quasi il 60% ad ottobre l’utenza sui mezzi pubblici di Milano rispetto allo stesso periodo del 2019. Lo ha comunicato l’assessore alla Mobilità del capoluogo lombardo, Marco Granelli, nel corso del Buongiorno su Sky TG24 di lunedì 26 ottobre. “Negli ultimi giorni della scorsa settimana eravamo al 41% dei passeggeri, 600mila persone al giorno rispetto a 1,4 milioni dello scorso anno – ha detto Granelli – Dieci giorni fa eravamo al 55%, i cittadini stanno diminuendo, in virtù delle misure regionali che hanno ridotto alcune attività e poi perché la gente, appena può, cerca di stare di più a casa, di lavorare a distanza; le scuole e le università stanno facendo didattica a distanza, abbiamo meno domanda di trasporti”.

Dal 14 settembre – ha aggiunto poi l’assessore- abbiamo aumentato il 10% di mezzi, sia in metropolitana che in superficie. Questo lo stiamo ulteriormente facendo, soprattutto sulle linee extraurbane. Dobbiamo continuare a farlo, abbiamo in programma nuovi potenziamenti, vanno fatti mirati, laddove c’è maggiore criticità”.

Granelli, inoltre, ha reso noto su Facebook che sono iniziati i lavori per sistemare e modificare la pista ciclabile di via Monte Rosa, una delle più importanti della città.  “La ciclabile è parte dell’itinerario da Lotto a piazza Castello, 3,5 chilometri che attraversano Milano. Manca ancora il tratto da Buonarroti a Conciliazione, lo stiamo progettando, e poi lo realizzeremo in questi mesi in segnaletica e in struttura nel prossimo biennio. Un’altra connessione completata. Grazie alle associazioni e ai progettisti e dirigenti del Comune, impegnatissimi in quest’obiettivo. Grazie a loro abbiamo realizzato 35 chilometri da fine aprile a metà ottobre, ed ora pronti a realizzare altre decine”.