Spreco alimentare. Venerdì 5 febbraio una maratona di iniziative fra Torino, Milano e Roma

In occasione della 8a Giornata di Prevenzione dello spreco alimentare Eco dalle Città ha organizzato un palinsesto di trasmissioni in diretta sui principali social (Facebook, Twitter e Twitch) per mostrare le iniziative messe in campo, da notiziario e associazione, per prevenire e contrastare lo sperpero di cibo ancora buono raccolto nei mercati

3226

In occasione della 8a Giornata di Prevenzione dello spreco alimentare Eco dalle Città ha organizzato un palinsesto di trasmissioni in diretta sui principali social (Facebook, Twitter e Twitch) per mostrare le iniziative messe in campo dal nostro notiziario (e non solo) per prevenire e contrastare lo spreco.

Carovana Salvacibo

Dalle ore 10,30 di venerdì 5 febbraio la prima diretta incontrerà la Carovana Salvacibo, il progetto attivo nelle città di Torino e Milano (promosso da Eco dalle Città e supportato dall’Unione Buddhisti Italiani) che si occupa del recupero e della distribuzione delle eccedenze alimentari prodotte nei mercati all’ingrosso delle due città. Saremo in diretta dall’Ortomercato di Milano e dalla sede torinese di Battaglio (leader in Italia nella distribuzione di frutta esotica) per conoscere i protagonisti del progetto, le azioni e la sua evoluzione durante dal pandemia.

Stop food waste. One health, one planet”

Alle ore 11,30 sarà la volta degli eventi istituzionali della 8^ Giornata Nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare. Un appuntamento consolidato per l’agenda dello sviluppo sostenibile e, nei mesi ancora convulsi della pandemia, una data importante per guardare alla prevenzione e riduzione degli sprechi come elemento chiave per presidiare la salute dell’uomo e dell’ambiente. Il Forum è in programma dalle 11.30 su piattaforma digitale, come sempre per iniziativa della campagna Spreco Zero di Last Minute Market con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e inoltre con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, del World Food Programme Italia, di ANCI e della rete di Comuni Sprecozero.net.

Presentazione del Manifesto di Food Pride

Alle ore 12 avverrà la presentazione del Manifesto della rete Food Pride (di cui Eco dalle Città è tra i fondatori con i suoi progetti di contrasto allo spreco alimentare). Il Manifesto è stato redatto al termine di un lungo lavoro di gruppi formali e informali le cui attività e azioni ruotano attorno al diritto al cibo di qualità, alla lotta allo spreco alimentare attraverso il recupero delle eccedenze alimentari e il loro riutilizzo sociale. L’elaborazione del testo nasce da diversi momenti di riflessione, condivisione, discussione e scambio di idee intorno a cinque tavoli: Partecipazione. Recupero. Inclusione. Distribuzione. Educazione. Il manifesto ha come obiettivo la creazione di politiche del cibo multiscalari, integrate e partecipate, intese come strumenti di dialogo e azione per un’attenta pianificazione dei sistemi alimentari che annoveri, fra i suoi obiettivi principali, il diritto al cibo. Il manifesto è concepito come una “carta dei valori” sul “tema cibo”, sulla base di principi fondanti degli interventi e dei valori che li determinano per combattere lo spreco alimentare e valorizzare il tema dell’alimentazione per tutti.

La diretta dai mercati

L’ultimo appuntamento di questa lunga maratona contro lo spreco sarà alle ore 13,40 con due collegamenti dal mercato di Porta Palazzo di Torino e quello di via Curiel a Milano (dove sono attivi i progetti RePoPP e 6 Salvacibo di Eco dalle Città sul recupero e ridistribuzione delle eccedenze alimentari). Un momento per toccare con mano cosa significa recuperare lo spreco dei mercati e conoscere le storie di chi tutti i giorni lo combatte.

Sabato Salvacibo

Infine, sabato 6 febbraio alle ore 15, ricordiamo l’ormai consueto appuntamento del Sabato Salvacibo, l’iniziativa di recupero e ridistribuzione delle eccedenze che da più di 10 settimane in 26 mercati unisce le città di Torino, Milano, Roma, Nichelino e Collegno. Attraverso una diretta sui principali canali social del nostro notiziario per far conoscere una realtà che muove ogni sabato più di 3 tonnellate di cibo.