Tiziana Ciampolini (Torino Domani)

Candidata al Consiglio comunale di Torino nella lista Torino Domani

1295

Mi chiamo Tiziana Ciampolini, sono una psicologa sociale con un dottorato in economia sui temi dell’innovazione sociale nelle comunità locali e mi occupo di empowerment delle persone e di territori vulnerabili. Ho rappresentato Caritas in Italia e a Bruxelles e sono membro del Forum Diseguaglianza e Diversità fondato dall’ex Ministro per la Coesione, Fabrizio Barca. Dal 2013 dirigo S-nodi, impresa sociale con base a Torino che accompagna le comunità locali nel percorso verso la trasformazione sostenibile.

Dopo oltre 30 anni di impegno nei territori e sui confini, ho scelto di candidarmi con la Lista Civica Torino Domani a fianco di Francesco Tresso perché aggrega cittadini con una storia personale e professionale significativa, animati da una formidabile passione civica. Mi candido per portare la partecipazione delle comunità al centro dell’azione politica e per allargare spazi che possano essere occupati dalle nuove generazioni: far crescere la loro partecipazione civica è il mio interesse maggiore. Mi metto a servizio della Città affinché Torino scelga ogni giorno politiche eque su inclusione, coesione, economia sociale e tutela dell’ambiente.

E mi impegno personalmente per:

  • Comunità, coesione e inclusione: il testo del PNRR presentato all’Unione Europea parla chiaro e mette al centro il potenziamento dei servizi territoriali di prossimità. È necessario l’avvio di un processo di innovazione che investa nei luoghi della vita delle persone, quei contesti dove trovano concretezza i diritti di cittadinanza, a partire dal benessere individuale e collettivo la cui base sta nel diritto alla salute. A Torino abbiamo tante realtà in cui si può ripartire a fare buone politiche di prossimità: occorre sviluppare un’alleanza tra comunità e professionisti a partire da questi luoghi per elaborare progetti individuali e/o familiari che possano contribuire al benessere delle comunità. Un obiettivo che possiamo raggiungere grazie a politiche di welfare, criteri di efficacia e adottando lo strumento del budget di salute.
  • Costruire una scuola di politica con i giovani: cambiare dal basso significa anche dare più potere e spazi ai giovani, come protagonisti responsabili della vita economica e culturale della Città. Per questo, al centro delle proposte della lista Civica Torino Domani c’è la costituzione di una scuola di politica per giovani che ponga le basi per una leadership e che fornisca alle nuove generazioni tutti gli strumenti per realizzare sviluppo sostenibile a misura di territorio.

A noi spetta aprire spazi di possibilità. È compito nostro ascoltare la voce dei meno riconosciuti, i migranti, le donne, i bambini, i giovani. A noi spetta cambiare stile alla politica: più civile, più umile, più coraggiosa. Il cambiamento ci sarà se sapremo mettere insieme esperienze e nuove competenze.