Torna Circonomìa, il festival dell’economia circolare e della transizione ecologica

Dall’11 maggio al 24 settembre ad Alba la settima edizione del festival ambientale con tanti eventi tra talk, convegni, mostre e incontri con la partecipazione di oltre 130 relatori. La maggior parte degli eventi si svolgeranno nella sala convegni di Palazzo Banca d’Alba e saranno aperti al pubblico. Tutti gli appuntamenti saranno trasmessi sui social e su Circonomia TV: "Ci rivolgiamo ad un pubblico non solo di addetti ai lavori, ma a tutti i cittadini consapevoli che l’economia circolare sia la via maestra per ripartire, dando un senso e un futuro all’idea di “green new deal”

795

Dall’11 maggio riparte CIRCONOMÌA, il Festival dell’economia circolare e della transizione ecologica. Il programma della settima edizione è stato svelato durante la conferenza stampa che si è svolta presso la sala convegni di Palazzo Banca d’Alba, da quest’anno title sponsor dell’iniziativa, dai Direttori Artistici Roberto Cavallo e Roberto Della Seta. Il Festival è organizzato da Gmi (Greening Marketing Italia), Cooperativa EricaAica (Associazione internazionale per la comunicazione ambientale) ed Eprcomunicazione.

Proseguendo il trend positivo degli ultimi anni, anche l’edizione 2022 aumenterà il numero degli appuntamenti e dei relatori presenti (25 e oltre 130 personaggi). Anche questa edizione si svolgerà in due momenti; una sessione primaverile che si terrà dall’11 maggio al 29 giugno, con una tre giorni di eventi concentrata dal 26 al 28 maggio e gli Aperitalk di Circonomìa in programma tutti i mercoledì alle 18, che tratteranno temi come l’agricoltura, il cibo, la sostenibilità digitale, il mondo del tessile. Il primo evento, in programma mercoledì 11 maggio alle 18 tratterà di Sport e Sostenibilità e vedrà tra i relatori il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, il Presidente del Comitato Paralimpico Italiano, Luca Pancalli, l’ex allenatore della Nazionale maschile di volley Mauro Berruto e la medaglia d’argento alle Paralimpiadi di Londra 2012, Francesca Fenocchio. Altri due appuntamenti da segnalare sono l’inaugurazione alla Chiesa di San Giuseppe della mostra dell’artista catalano Joan Crous, realizzata in collaborazione con GrandArte, che si terrà venerdì 27 maggio e la Notte Verde delle Librerie, in programma sabato 28 maggio al Cortile della Maddalena e realizzata in collaborazione con il Comune di Alba e Fondazione CRC. 

La sessione autunnale di Circonomìa invece si terrà dal 7 al 24 settembre, con un’altra tre giorni di eventi in programma dal 22 al 24 settembre. Tra i relatori che hanno confermato la loro presenza ci sono il Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani, Alessandro Gassmann, Francesco Profumo, Giovanna Melandri, Lucrezia Reichlin, Giorgio Calabrese, Stefano Ciafani, Ermete Realacci, Agostino Re Rebaudengo, PierPaolo Carini, Nicola Lanzetta e Giuliana Cirio. Gran finale sabato 24 settembre con la serata finale della seconda edizione del Green Music Contest, concorso di musica dedicato all’ambiente che sarà lanciato nelle prossime settimane e che vedrà la partecipazione di cantanti provenienti da ogni parte d’Italia. 

La maggior parte degli eventi si svolgeranno nella sala convegni di Palazzo Banca d’Alba e saranno aperti al pubblico, ma saranno numerosi anche gli eventi in altre location. Tutti gli appuntamenti saranno trasmessi sulle varie piattaforme social e su Circonomia TV e si rivolgono a un pubblico non solo di addetti ai lavori, ma a tutti i cittadini consapevoli che l’economia circolare sia la via maestra per ripartire, dando un senso e un futuro all’idea di “green new deal”.

Il programma completo di Circonomìa 2022 è disponibile sul sito www.circonomia.it. Gli eventi in programma al Palazzo Banca d’Alba sono gratuiti: per partecipare basterà connettersi al sito e iscriversi sulla piattaforma all’evento desiderato.

L’ambizione di CIRCONOMÌA è mettere in scena l’incontro tra buona economia e ambiente sano simboleggiato per l’appunto dall’economia circolare. Economia “circolare” significa produrre beni e servizi reintegrando negli ecosistemi (biodegradabilità) o rivalorizzando economicamente (riutilizzo, riciclo, recupero) i materiali che residuano dal processo produttivo: materiali che invece nell’economia “lineare” diventano rifiuti. Ma l’economia circolare è molto di più che azzerare o comunque minimizzare la produzione di rifiuti: è l’immagine più appropriata ed eloquente di una visione dell’economia radicalmente rinnovata, che supera il conflitto tradizionale tra interesse economico e interesse ambientale e la stessa logica di un’economia a ridotto impatto ambientale. Nella dimensione circolare economia e ambiente non sono più termini tra loro incompatibili e nemmeno interessi da comporre sulla base di reciproche rinunce. Sono piuttosto, o meglio possono diventare, due declinazioni complementari di una più larga e per l’appunto “circolare” nozione di benessere.  

Roberto Cavallo, Co-Direttore Artistico di Circonomìa commenta: “Circonomìa nel corso degli anni è diventata la casa dell’economia circolare: una casa dove è possibile incontrarsi, condividere idee e opinioni, conoscere nuove iniziative sul paradigma economico che ormai è sempre più la via per l’economia del futuro. Ma Circonomìa è sempre di più un grande lavoro di squadra di tutti, organizzatori, partner, territorio, pronti a dialogare e a confrontarsi, ancor più quest’anno, con tutti gli eventi aperti al pubblico e in presenza. Tra le novità di quest’anno, le mostre, la Notte Verde delle librerie e due week end di appuntamenti, uno a maggio e uno a settembre per godersi cultura ed enogastronomia nelle Langhe. Vi aspettiamo numerosi a Circonomìa!”.

Roberto Della Seta, Co-Direttore Artistico di Circonomìa, commenta: “L’economia circolare, la transizione ecologica si affermano sempre di più come dimensioni irrinunciabili di una prospettiva credibile di progresso. Di più, oggi rappresentano risposte efficaci non solo ai problemi ambientali, a cominciare dalla crisi climatica che va fermata al più presto superando la lunga era dei combustibili fossili, ma anche a crisi più recenti e altrettanto drammatiche: la pandemia che ha reso evidente l’esigenza di un rapporto equilibrato tra uomo e natura, la tragedia della guerra scatenata da Putin in Ucraina che mostra tutta l’insostenibilità di condizioni di dipendenza energetica da Paesi geopoliticamente fuori controllo. Circonomìa 2022 sarà una preziosa occasione di dialogo su questi temi così importanti per il futuro di tutti noi”.

Anche la settima edizione di Circonomìa sarà patrocinata dal Ministero della Transizione Ecologica, dalla Regione Piemonte, dal Comune di Alba e da Rai per il Sociale, e vedrà al suo fianco Banca d’Alba come Title sponsor; Enel, Dentis Recycling Italy, Novamont e CONOU in veste di Main Sponsor; Fondazione CRC, Montello SpA, Greenthesis, Montecolino e Ricrea come Gold Sponsor; Confindustria Cuneo, Egea, Esgeo, CiAl, Biorepack e Go Rent come Silver Sponsor e i Partner CIC – Consorzio Italiano Compostatori, Confindustria Cisambiente, Cartesar, Coripet, Erion, La Filippa, Renoils e Univetro.