Tracciamento Rifiuti a Bari. Per i cittadini una piattaforma per la misurazione puntuale dei servizi d’igiene urbana e conferimento rifiuti

Persichella (Amiu Puglia): “Una novità assoluta anche per i cittadini che avranno modo di trovare facilmente il cassonetto più vicino e verificare lo stato del servizio di raccolta e spazzamento valutando se una strada è stata o no spazzata, un cassonetto svuotato o la sterpaglia rimossa”

443
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nell’ambito della programmazione sostenuta dal Pon Metro 2014-2020 – ASSE 1 – “Agenda digitale metropolitana” l’amministrazione comunale di Bari ha avviato il progetto ‘Tracciamento rifiuti’, il cui obiettivo è l’acquisizione di strumenti digitalizzati per una mappatura e misurazione puntuale dei servizi d’igiene urbana e di conferimento rifiuti nella città di Bari, finalizzati all’introduzione di servizi di front office verso i cittadini-utenti.

Il progetto si compone di due interventi: il primo, a cura dell’Amministrazione Comunale, è finalizzato alla realizzazione della piattaforma informatica denominata “Bari Pulita” per la gestione della relazione con i cittadini e il front end dei servizi; il secondo intervento, a cura di AMIU Puglia spa, prevede l’acquisto delle tecnologie per il tracciamento dei rifiuti per realizzare un sistema informatizzato per l’identificazione, distribuzione e gestione dei contenitori integrando sensoristica di tipo RFID e gestendo allo stesso tempo riferimenti geospaziali di contenitori e mezzi di raccolta.

La nuova piattaforma informatica, in coerenza con la programmazione nazionale in ambito Smart City, consentirà inoltre di acquisire i dati dal campo attraverso l’utilizzo di sensori IoT e realizzare un sistema intelligente per una mappatura geospaziale e dinamica dei contenitori stradali e dei mezzi di raccolta per la rilevazione e il monitoraggio delle attività di spazzamento.

Il progetto contribuirà a migliorare per una migliore gestione della relazione con i cittadini, sviluppare servizi innovativi per il ritiro degli ingombranti e incrementare controlli sui servizi di igiene urbana (spazzamento, controlli deiezioni canine, pulizia strade, schede rilevamento sul territorio).

In particolare, attraverso le attività a regime del progetto sarà possibile:

·fornire al cittadino nuovi servizi online, anche in versione mobile, per visualizzare e cercare i cassonetti a lui più vicini o, in base alla tipologia di rifiuto, effettuare segnalazioni attraverso l’app BaRisolve, reperire informazioni sui punti di raccolta differenziata più vicini, prenotare il ritiro dei rifiuti ingombranti o ramaglie verdi, gestire le proprie pattumelle per il servizio del Porta a Porta, visualizzare il calendario sui servizi di raccolta nei pressi della propria abitazione

· fornire al personale addetto di AMIU e del Comune di Bari strumenti utili ad una gestione intelligente dei rifiuti, come il censimento geografico dei cassonetti stradali, l’indicazione sul loro stato di riempimento, il tracciamento in tempo reale dei mezzi ed il monitoraggio delle attività di spazzamento attraverso una geolocalizzazione puntuale

· fornire agli operatori dell’amministrazione comunale e di AMIU un pannello web di controllo, comune e condiviso, per visualizzare e monitorare gli standard di qualità dei servizi erogati, le segnalazioni pervenute dai cittadini, i servizi di spazzamento, il calendario e la programmazione di mezzi e risorse

·fornire ad AMIU un sistema di workforce automation per la gestione e la programmazione del calendario dei servizi e delle attività in carico, per una gestione ottimizzata del personale addetto garantendo una razionalizzazione delle risorse, l’assegnazione e la programmazione dei task di lavoro, la gestione in tempo reale dei mezzi anche grazie all’utilizzo di dispositivi mobili, il censimento e la gestione delle pattumelle per servizio Porta a Porta.

Il progetto ha consentito, infine, la realizzazione di un nuovo Sistema Informativo settoriale per la gestione dell’Anagrafe canina, ad uso dei veterinari, dei laboratori di ricerca e degli operatori della Polizia locale per il censimento canino ed eventuale sanzionamento per le deiezioni rilevate sul territorio.

In questo momento si sta procedendo con la fase finale di esecuzione, la piattaforma software è già installata e funzionante (in ambiente di collaudo) e nelle prossime settimane saranno programmate le sessioni di formazione al personale comunale e di AMIU, propedeutiche all’avvio in esercizio. Contemporaneamente l’azienda ha acquistato tutti gli strumenti utili alla rilevazione degli elementi e delle informazioni necessarie al miglioramento del servizio.

Nello specifico si è provveduto alla fornitura di

•348 sistemi OBU per la geolocalizzazione dei mezzi e la rilevazione delle operazioni di svuotamento

•6000 transponder RFID per i contenitori di raccolta, comprensivi delle relative attività di installazione, messa in opera, collaudo e assistenza

•500 sensori per la valutazione del riempimento dei cassonetti.

“Questo è un progetto importante perché allestirà, su tutta la flotta dei mezzi di Amiu, un sistema di rilevamento dei percorsi fondamentale per avere un riscontro dei servizi erogati dalla azienda – spiega l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli -. I percorsi, insieme alle informazioni che ci restituiranno i sensori posizionati nei contenitori stradali, ci aiuteranno ad efficientare il servizio di pulizia della città e di raccolta dei rifiuti. Altrettanto importante saranno i servizi a disposizione dei cittadini, che attraverso l’app potranno essere informati su come conferire correttamente le diverse tipologie di rifiuti ma soprattutto dialogare in maniera efficace con l’azienda stessa. Queste innovazioni sono il frutto di un lavoro di squadra che stiamo portando avanti con altre ripartizioni e altri assessorati. Nello specifico questo progetto è stato sviluppato grazie alla collaborazione e alla professionalità dei dipendenti della ripartizione Innovazione tecnologica e dell’assessore al ramo Eugenio Di Sciascio”.

“L’Amiu sta da tempo lavorando a un percorso di ristrutturazione dei processi e dei servizi che ha, tra le principali linee di azione, la trasformazione tecnologica di una parte consistente delle attività – prosegue il presidente dell’azienda Sabino Persichella -. Un lavoro che abbiamo avviato sin dall’inizio del mio mandato con l’obiettivo di rendere Amiu Puglia una società efficiente, trasparente e solida finanziariamente, capace da un lato di reggere il confronto con le grandi realtà d’Italia e dall’altro di migliorare, innovandoli, i servizi alla città di Bari. In quest’ottica il progetto, fortemente voluto da Amiu, consentirà all’azienda di monitorare la posizione e il livello di riempimento dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti così da poter ottimizzare i giri di raccolta seguendo anche il percorso dei mezzi. Una novità assoluta anche per i cittadini che avranno modo di trovare facilmente il cassonetto più vicino e verificare lo stato del servizio di raccolta e spazzamento valutando se una strada è stata o no spazzata, un cassonetto svuotato o la sterpaglia rimossa. Una società efficiente, che guarda al futuro, deve fornire all’esterno tutte le informazioni sui propri servizi e recepire i suggerimenti che possono arrivare dai cittadini per migliorare ancora”.

“Abbiamo seguito con grande attenzione lo sviluppo di questo progetto che segnerà una innovazione nei processi per Bari e i suoi servizi di grande importanza – spiega l’assessore all’Innovazione tecnologica Di Sciascio -. Stiamo cercando di rendere visibili, comprensibili e accessibili tutte le informazioni in nostro possesso attraverso la digitalizzazione dei servizi così da dare ai cittadini la possibilità di visionare in qualsiasi momento lo stato delle cose e comunicare in tempo reale con la PA in tutte le sue articolazioni”.