Trasporti pubblici gratis in Austria: è una bufala?

Circola in rete una notizia secondo cui il paese avrebbe scelto di di rendere gratuito il trasporto pubblico, in realtà il nuovo governo formato dall’inedita maggioranza Popolari-Verdi punta ad offrire ai cittadini un abbonamento annuale ai mezzi pubblici a partire da una tariffa di un euro al giorno, 365 euro su base annua

471

Torna a circolare in  alcuni ambienti l’idea che sia possibile ed ecologico rendere gratuito l’uso dei trasporti pubblici ovvero collettivi. A mio parere, nel contesto attuale delle città italiane, è già tanto se si riescono ad evitare aumenti dei biglietti ed abbonamenti e l’importante è concentrare tutti gli sforzi sul miglioramento, e su una migliore intelligenza del trasporto pubblico, non sulla sua gratuità. Prima di pensare a renderli gratuiti (se mai avrà senso) ci sono molte, troppe cose da fare, per le quali occorrono soldi pubblici.

A mio parere l’unica mossa di gratuità che può dare una spinta ecologica sarebbe il regalo di un abbonamento annuale a chi rottama un’auto diesel, ammesso che si possa dimostrare che non ne compra un’altra. La discussione non si può esaurire in poche righe e la faremo. Ma intanto voglio riferire di una bufala, ovvero un clamoroso fraintendimento che circola in rete. Se si va a googlare le parole trasporti gratis si trova la notizia che in Austria sono gratuiti! Ecco la parte fondamentale del testo pubblicato in luglio 20 da “Nonsprecare.it”:

Trasporti gratis: è un intero paese, l’Austria, che sceglie questa strada con una determinazione davvero impressionante e con la capacità di creare un precedente molto interessante in tutta Europa. Il governo di Vienna, guidato dal conservatore Sebastian Kurz, con la partecipazione determinante del partito dei Verdi, ha deciso che in tutto il territorio nazionale sarà possibile sottoscrivere un abbonamento annuale da 3 euro, poco più che una cifra simbolica, per circolare liberamente 24 ore su 24 sull’intera rete del trasporto pubblico metropolitano. Autobus, tram, metropolitane, alcuni treni

Ma non è vero!!!

Cercando un po’ meglio, sempre in Google si trova una diversa notizia, che peraltro a luglio 20 era già on linee che spiega il fraintendimento da cui è nata la bufala.

Il nuovo governo austriaco formato dall’inedita maggioranza Popolari-Verdi punta decisamente sul trasporto pubblico per ridurre l’impatto ambientale della mobilità offrendo ai cittadini un abbonamento annuale ai mezzi pubblici a partire da una tariffa di un euro al giorno, 365 euro su base annua. Non si tratta di una novità assoluta, essendo già attivo a Vienna. Ora, il nuovo governo vuole estenderlo a tutto il Paese con il nome di “1-2-3 Karte”, a seconda dei diversi tagli disponibili. Viaggiare solo all’interno di un land austriaco costerà un euro al giorno, in due regioni due euro e in tutto il territorio nazionale 3 euro al giorno.

Non erano 3 euro all’anno ovviamente ma 3 al giorno. E allo stato attuale il progetto in Austria è rimasto ancora sulla carta. ( A Milano l’abbonamento annuale, per la cronaca, costa 330 euro…)

*** immagine Martin Ortner (contact via talk) – Own work by Martin Ortner ***