Combattere l’influenza stagionale: quali rimedi?

Il repentino abbassarsi delle temperature, la diminuzione delle ore di sole, e l'arrivo ufficiale della stagione autunnale, danno il via come ogni anno alla comparsa della fastidiosa influenza stagionale e a tutti i sintomi e i disturbi che questa condizione porta con sé

389
ansa

Debolezza, febbre, tosse, mal di gola, congestione nasale e brividi: quando l’influenza colpisce, il nostro organismo è sottoposto ad un attacco su diversi fronti. In Europa i virus influenzali colpiscono soprattutto durante la stagione invernale, complici il clima più freddo e gli sbalzi di temperatura, anche se non mancano casi di influenza quando il clima è più caldo. In Italia causano un picco di infezioni all’inizio del mese di febbraio e colpiscono parte della popolazione – soprattutto bambini e ragazzi fino ai 14 anni.

In genere negli adulti la febbre sale meno di quanto faccia nei bambini; inoltre tende ad essere più alta quando il responsabile dell’infezione è un virus di tipo A. In ogni caso, spesso non rimane l’unico sintomo. Altri disturbi frequenti sono dolori ossei e muscolari in diverse parti del corpo, brividi, capogiri, arrossamenti del viso, congiuntivite, mal di testa, spossatezza, nausea e vomito. Come curare l’influenza stagionale è sicuramente una delle domande più gettonate durante questo periodo. Dopo averla identificata, anche grazie all’aiuto del proprio medico curante, è importante concedersi un po’ di assoluto riposo.

Una buona dose giornaliera di vitamine e sali minerali, poi, è un toccasana per il nostro organismo durante tutto l’anno, ma nei mesi invernali assumere la giusta dose di queste preziose sostanze aiuta e rafforza il sistema immunitario rendendolo più efficiente nell’affrontare l’attacco dei virus influenzali e parainfluenzali, così come di altri agenti patogeni particolarmente attivi durante l’inverno. La vitamina A, presente in diversi cibi come le carote e i broccoli, è un importante antiossidante che potenzia il sistema immunitario in quanto stimola la produzione dei globuli bianchi, essenziali per limitare l’azione di virus e batteri. La vitamina C ha molte proprietà tra le quali renderci più forti e resistenti all’attacco di agenti patogeni. Le principali fonti naturali di questa sostanza sono i frutti come arance, mandarini, kiwi e limoni.

Inoltre ci sono diversi farmaci da banco anti influenzali per combattere i sintomi: compresse di paracetamolo, reperibile anche in bustine o sotto forma di granuli effervescenti, che grazie alla loro azione analgesica e antipiretica riescono a fronteggiare ad ampio spettro tutti i sintomi influenzali confermandosi preziosissimi alleati per affrontare il malessere stagionale al meglio. I farmacisti, esperti del settore, possono essere fondamentali nell’identificazione dei sintomi e nella scelta del farmaco giusto.