I green bond crescono e finanziano il piano per la ripresa NextGenerationEU

Il 2021 è stato un anno fondamentale per i green bond, le obbligazioni associate al finanziamento di progetti a impatto ambientale positivo. Secondo Climate Bonds Initiative, dall’inizio dell’anno a fine novembre 2021 ne sono stati emessi a livello globale $428 miliardi, contro i $297 miliardi del 2020

1357

Il 2021 è stato un anno fondamentale per i green bond, le obbligazioni associate al finanziamento di progetti a impatto ambientale positivo. Secondo Climate Bonds Initiative, dall’inizio dell’anno a fine novembre 2021 ne sono stati emessi a livello globale $428 miliardi, contro i $297 miliardi del 2020.

L’Europa ha un ruolo determinante nell’emissione di obbligazioni verdi. Il Climate Awareness Bond, ossia il primo green bond al mondo, infatti, è stato emesso nel 2007 dalla Banca Europea degli Investimenti (BEI), istituzione finanziaria dell’Unione Europea. L’obiettivo era mettere a disposizione degli investitori europei uno strumento caratterizzato dalla rendicontabilità sull’utilizzo dei ricavi e dalla precisa definizione dei progetti destinatari dell’investimento.

Le obbligazioni verdi serviranno anche a finanziare parte del NextGenerationEU, il pacchetto da 800 miliardi di euro lanciato da Commissione Europea per favorire la ripresa dell’economia dopo la crisi pandemica. L’obiettivo dei vertici comunitari è di raccogliere attraverso i green bond €250 miliardi entro il 2026, circa il 30% dell’intero piano. In questo ambito, la Commissione Europea ha emesso la prima tranche di obbligazioni verdi il 12 ottobre 2021, per un valore di €12 miliardi. La domanda è stata di 11 volte superiore all’offerta.

In Italia, il primo green bond è stato lanciato nel 2014 dalla multiutility emiliana Hera. A marzo 2021, lo Stato ha emesso invece il suo primo BTP Green: le richieste di sottoscrizione hanno superato di dieci volte l’offerta.

Un aspetto fondamentale delle obbligazioni verdi riguarda la trasparenza. I ricavi devono infatti essere utilizzati per finanziare progetti a impatto ambientale positivo, che dovrebbero essere adeguatamente descritti nella documentazione relativa al titolo. Inoltre, l’utilizzo dei ricavi dovrebbe essere anche rendicontato agli investitori.

I green bond rappresentano strumenti interessanti anche per finanziare progetti di sviluppo sostenibile sui territori. Il tema è stato approfondito in un webinar organizzato dal Forum per la Finanza Sostenibile, dal titolo “Green bond locali: sfide e vantaggi per lo sviluppo sostenibile dei territori” (qui il video completo del seminario).

A questo link è disponibile in dimensioni più grandi l’infografica del Forum che riassume dati e tappe principali delle obbligazioni verdi in Europa.