Milano vince il bando internazionale per la logistica urbana a zero emissioni

Si chiama “Zero Emission Urban Goods Transportation technical assistance programme” ed è stato lanciato dal C40 (Cities Climate Leadership Group, formato da 97 città in tutto il mondo). Il progetto presentato da Milano prevede un modello di distribuzione merci usando esclusivamente mezzi elettrici o cargo-bike con l'individuazione di un Centro di Distribuzione Urbana

365

Milano si è aggiudicata il bando internazionale “Zero Emission Urban Goods Transportation technical assistance programme” lanciato da C40 per incentivare la logistica urbana e la consegna delle merci a zero emissioni.

Il progetto presentato da Milano prevede di testare un modello di distribuzione urbana delle merci, soprattutto quelle dell’ultimo miglio, utilizzando esclusivamente mezzi elettrici o cargo-bike con l’individuazione di un Centro di Distribuzione Urbana (CDU) localizzato in una posizione strategica in termini di accessibilità stradale e ferroviaria e dotato di processi di gestione del magazzino completamente automatizzati, a cui si affiancano i “city hub” (HUBs) localizzati in varie parti della città per la consegna della merce all’utente finale.

Il progetto nasce da una proposta dell’Ordine degli Ingegneri di Milano, sviluppato dal Comune di Milano con il supporto di AMAT e si integra nella strategia più ampia adottata dall’Amministrazione Comunale con il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) già nel 2018, fino ad inglobare gli obiettivi di sostenibilità presenti nell’Agenda 2030 e la più recente adozione del Piano Aria Clima nonché le iniziative correlate alla food policy, con l’obiettivo di implementare un sistema logistico funzionante a zero impatto ambientale entro i Giochi Olimpici del 2026.

L’aumento delle consegne delle merci in città, anche in conseguenza dell’emergenza sanitaria, genera l’incremento del tasso di congestione del traffico con problematiche che impattano negativamente sulla qualità dell’aria, sulla vivibilità e sicurezza dei cittadini. Per questo è necessario studiare processi innovativi di razionalizzazione del sistema di logistica urbana che preveda la riduzione dell’utilizzo di mezzi di circolazione privati a favore di mezzi di trasporto per la consegna merci a emissioni zero con benefici ambientali per i cittadini e una migliore efficienza e qualità del servizio per gli stakeholder e gli operatori della logistica.

Nel 2017 C40, la rete globale di grandi città che operano per sviluppare e implementare politiche e programmi volti alla riduzione dell’emissione di gas serra e dei danni e dei rischi ambientali causati dai cambiamenti climatici, ha lanciato la “Green and Healthy Streets (GHS) Declaration”, firmata da 35 città nel mondo, con l’obiettivo ambizioso di creare aree urbane a zero emissioni entro il 2030 e di accelerare l’implementazione dei migliori progetti di logistica urbana.