Roberto Cingolani nuovo ministro della Transizione Ecologica del Governo Draghi

Roberto Cingolani, attuale responsabile dell'innovazione tecnologica di Leonardo s.p.a., è il nuovo ministro della Transizione Ecologica del Governo Draghi

363
Dichiarazione del Prof Mario Draghi al termine del colloqui con il Presidente Sergio Mattarella,al Quirinale (foto di Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Roberto Cingolani, attuale responsabile dell’innovazione tecnologica di Leonardo s.p.a., è il nuovo ministro della Transizione Ecologica del Governo Draghi. Fisico e docente italiano dal 2005 al 2019 è stato direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova.

“Accolgo con grandissima soddisfazione la nomina del professor Roberto Cingolani al ministero della transizione ecologica che avrà deleghe in materia di sviluppo, ambiente, energia e infrastrutture ma che, soprattutto, si occuperà del compito di coordinamento delle risorse destinate al PNRR. Il professor Cingolani ha un curriculum straordinario, perfetto per affrontare il complesso passaggio alla società sostenibile e green che l’Europa ci chiede di diventare. Un profilo in linea con la missione principale di questo governo: innovare per promuovere investimenti ad alto rendimento che consentano al nostro Paese di rendere sostenibile il debito e costruire le basi per una crescita e sviluppo duraturi. E la scelta è ricaduta su un fisico visionario, di grande competenza che alla guida di Leonardo dell’Ufficio Tecnologia e Innovazione ha chiarito come l’obiettivo primario della tecnologia è migliorare la qualità di vita delle persone.La vera sfida dei prossimi mesi sarà quella di lavorare per sostenere lo sviluppo industriale del Paese che si fondi su una transizione green che contribuisca anche a creare posti di lavoro. L’ambiente diventerà la leva di politiche che dovranno agire in maniera trasversale, imponendo un’accelerazione alla riconversione dell’industria italiana, dalla siderurgia alla metallurgia, dalla raffinazione alla chimica. Tutti settori che dovranno essere protagonisti della riconversione green. Cingolani è l’uomo giusto per realizzare questo compito: gestire 70 miliardi destinati alla “Rivoluzione verde e transizione ecologica”, dal’impresa verde all’economia circolare, dall’energia rinnovabile all’idrogeno, dalla mobilità sostenibile, all’efficienza energetica, dalla tutela del territorio alla risorsa idrica. Il Parlamento è pronto a dare il suo contributo è per questo ha già avviato un grande lavoro di ascolto di tutti i soggetti interessati dalla transizione ecologica. In tal senso, sarà centrale la collaborazione e il dialogo di tutti i soggetti istituzionali che dovranno favorire questo grande cambiamento del nostro paese. Saremo a fianco del Ministro Cingolani in questi anni di lavoro che dovranno cambiare il profilo dell’Italia all’insegna della crescita, dello sviluppo sostenibile e del benessere delle persone”. Così Alessia Rotta, presidente della commissione Ambiente alla Camera.