Giacimenti Urbani alla 5Vie Design Week di Milano con i progetti ‘No-pla.com’ e ‘Re-BikeMi’

Dal 4 al 10 settembre 2021 Giacimenti Urbani partecipa alla 5Vie Design Week con No-Pla.com (una mostra e 2 progetti per deplastificare il Pianeta ) e Re-BikeMi, concorso d’idee per il riutilizzo degli scarti del servizio di biciclette di Bikemi

451

Dal 4 al 10 settembre 2021 Giacimenti Urbani partecipa alla 5Vie Design Week con No-Pla.com (una mostra e 2 progetti per deplastificare il Pianeta ) e Re-BikeMi, concorso d’idee per il riutilizzo degli scarti del servizio di biciclette di Bikemi. Mentre il 6 settembre dalle 10 alle 12 ci sarà il l’incontro NoPlà o NewPlà – Future Matters con Cesare Castelli, Céline Estienny, Domiziana Ilengo, Donatella Pavan,

Infine Giacimenti Urbani vi aspetta presso il Liceo Tito Livio di via Circo 4, nel cuore della Design Week milanese, con No-pla.com e Re-BikeMi, una mostra, due progetti e un concorso d’idee per essere al centro della transizione ecologica, scegliendo nuovi stili di vita e circuiti di economia circolare a misura dei cittadini.

No-pla.com

Sotto il nome di No-pla.com sono raccolti i progetti dell’associazione Giacimenti Urbani che hanno come obiettivo la riduzione della plastica monouso e identificano nel riutilizzo, così come previsto nella normativa nazionale ed europea, la soluzione più efficace per ridurre la dispersione dei rifiuti plastici nell’ambiente. 

Si tratta della mostra Deplastic, azioni e buone pratiche contro l’abuso di plastica che attraverso l’AREA PROBLEMI mette in evidenza il fallimento della plastica usa&getta (non era un materiale destinato a durare in eterno?), le difficoltà di gestione dei rifiuti e le conseguenze in termini di costi, ambientali e alla salute. E, attraverso l’AREA SOLUZIONI, sottolinea le opportunità per contrastare l’ubiquità dei rifiuti plastici, dalla direttiva europea Single-Plastic-Use, entrata in vigore il 3 luglio 2021, alle buone pratiche e alle aziende virtuose con esempi concreti di plastiche e materiali. Fil-rouge del comparto Soluzioni, il riutilizzo come soluzione per contrastare lo spreco di risorse e la produzione di rifiuti. Un tema, quest’ultimo che ha una ricaduta concreta grazie a 2 sperimentazioni in corso, grazie ai due bandi Cariplo Plastic Challenge 2019 e 2020, per i quali Giacimenti Urbani è stata selezionata. Eccoli:

  • nel progetto NoPlà AGain, riutilizzare è un vantaggio per tutti, in partenariato con la Scuola Agraria del Parco di Monza, è prevista la sperimentazione di contenitori riutilizzabili in bar e ristoranti, come alternativa all’usa&getta, secondo il modello svizzero reCircle. Un esempio virtuoso che conta 1.600 attività di ristorazione aderenti nel Paese d’origine e start-up in Danimarca, Estonia, Germania e Paesi Bassi.
  • in Noplà, facciamo esercizio contro la plastica monouso, viceversa, è in corso di attivazione  la sperimentazione di contenitori riutilizzabili in alcuni negozi milanesi Naturasì di contenitori riutilizzabili di Giostyle  e la promozione dell’acqua pubblica al posto dell’acqua imbottigliata – presso il desk Giacimenti Urbani sarà possibile acquisire la borraccia No-Plà, diventando sostenitori di Cascina Cuccagna – partner del progetto con l’Università degli Studi Milano Bicocca.

Re-Bikemi

Concorso d’idee:  Re-BikeMi è rivolto alle Università e ai dipartimenti di design internazionali 

Nell’ambito della 5Vie Design Week, l’associazione Giacimenti Urbani, con ATM e Clear Channel, in collaborazione con T12LAB, lancia il concorso Re-BikeMi, rivolto agli studenti delle Università e ai dipartimenti del design.

Il servizio Bikemi conta a Milano 320 stazioni e 5.430 biciclette. Che cosa fare delle componenti non più utilizzabili per la loro funzione primaria quando si rompono? E’ questa la domanda che il concorso Re-bikeMi rivolge agli studenti di design. Con lo scopo di raccogliere idee e progetti per dar nuova vita alle componenti delle biciclette non più utilizzabili per il trasporto di persone del servizio  di mobilità condivisa BikeMi, trasformandoli in nuovi oggetti di design, secondo i principi dell’economia circolare. Un modo per dare ulteriore valore a un progetto già di per sé virtuoso. Obiettivo del concorso è creare una nuova linea di prodotti di Atm/ClearChannel da destinare a clienti e fornitori. Hanno già espresso il loro interesse l’accademia di Brera, l’Istituto Europeo di Design, la Nuova Accademia di Belle Arti e Raffles Milano.

Le date

       6 settembre 2021:   lancio del concorso e pubblicazione del bando con la presentazione della scheda di    adesione via web e social durante la 5Vie Design+Art Week;

  1. Febbraio 2022, ore 12.00 (CET): termine iscrizione e invio elaborati a info@giacimentiurbani.eu;

       Milano Design Week 2022 (aprile): evento finale e nomina dei progetti vincitori.

Premi: Oltre a 3 premi in denaro, una bicicletta elettrica per il vincitore, abbonamento account Premium BikeMi per il 2° e il 3° classificato, abbonamento gratuito per tutti i primi 100 partecipanti più due menzioni di merito. info@giacimentiurbani.eu

Deplastic, Azioni e Buone Pratiche contro l’abuso Di Plastica

Presentata a Milano a Fa’ la cosa giusta e successivamente presso la Biblioteca Valvassori Peroni nel 2019 e poi agli inizi del 2020 presso la PWC , e poi bloccata a causa della pandemia fino ad oggi, ritorna con dati aggiornati nella palestra del Liceo Tito Livio grazie ad una collaborazione con A2A e al contributo di Fondazione AEM. 

Si tratta di una mostra di circa 90 mq, che prevede un’Area Problemi dove, attraverso testi, info grafiche ed esempi concreti, vengono trattati i temi chiave dell’emergenza rifiuti plastici – numeri della produzione, tasso e difficoltà di riciclo, danni ambientali etc. – e un’Area Soluzioni, dove viene presentata la normativa più all’avanguardia, le pratiche virtuose e le aziende che si adoperano ai fini dell’abuso di plastica. Per poi arrivare all’Area Interattiva dove le persone possono suggerire soluzioni personali ed eventualmente e seguire i video con il racconto della mostra. La mostra sarà presente dal 4 al 10 settembre al Fuorisalone e dal 19 al 28 novembre presso Cascina Cuccagna. 

NoPlà, facciamo esercizio contro la plastica monouso e  NoPlà AGain, riutilizzare è un vantaggio per tutti 

Nati nell’ambito dei Bandi Cariplo Plastic Challenge 2019 e 2020, rispondono agli obiettivi e alle indicazioni del Goal 12 dell’Onu, dalla Direttiva Europea e, a livello nazionale, del Decreto Clima per un uso responsabile delle risorse e la riduzione della plastica usa&getta e individuano nel riutilizzo come strumento chiave per la gestione responsabile delle risorse

NoPlà, facciamo esercizio contro la plastica monouso

Il progetto NoPlà, facciamo esercizio contro la plastica monouso, nato nell’ambito del Bando Cariplo Plastic Challenge 2019, con capofila l’associazione Giacimenti Urbani e partner l’Università degli Studi Milano-Bicocca e Consorzio Cascina Cuccagna, con il patrocinio del Comune di Milano – Milano Food Policy e Milano Plastic Free -, in collaborazione con Amat, Amsa, Ecodallecittà, EcorNaturasì, GiòStyle e MM. Giunto a compimento con i percorsi di sensibilizzazione sulle problematiche della plastica monouso previste negli Istituti Comprensivi Tommaso grossi, Bacone-Stoppani e Giusti D’Assisi e in Cascina Cuccagna, si appresta ora a presentare i risultati e ad attivare l’ultima parte del progetto, ovvero la sperimentazione di contenitori riutilizzabili al banco del fresco in alcuni negozi milanesi EcorNaturasì e in Università Bicocca e una campagna sull’uso delle borracce per i sostenitori di Cascina Cuccagna.

NoPlà AGain, riutilizzare è un vantaggio per tutti

La sperimentazione nei negozi Ecornaturasì va di pari passo con il progetto NoPlà AGain, riutilizzare è un vantaggio per tutti, che vede capofila Giacimenti Urbani e partner la Scuola Agraria del Parco di Monza, con il patrocinio del Comune di Milano – Milano Food Policy e Milano Plastic Free -, in collaborazione con reCircle, Amsa, Ecodallecittà,  Favini. Il progetto prevede la creazione di circuiti di riutilizzo dei contenitori in alcune attività di ristorazione – NoPla Take Away – e nei bar – NoPla Drink -. Con questa iniziativa Giacimenti Urbani, come previsto auspicato dalla normativa Europea e dal Decreto Clima, vuole sensibilizzare fornitori e cittadini sull’anomalia del concetto di usa&getta, sia in termini di costi ambientali che economici, e punta in modo chiaro e deciso sul riuso come strumento chiave dell’azione per il contrasto alla plastica monouso e ai rifiuti in genere.

L’idea è quella di lanciare in Italia il modello svizzero reCircle, che ha oltre 1400 locali aderenti in Svizzera e partner in Estonia, Danimarca, Germania, Paesi Bassi. Il modello prevede l’uso di contenitori e bicchieri appositi per il cibo d’asporto e per le bevande, gelati e simili, per creare un’alternativa all’usa e getta utilizzati nei locali che fanno asporto di cibo (take-away) o bevande ( drink ). Nel dettaglio, la sperimentazione vuole coinvolgere:

  • 40 servizi di ristorazione che fanno consegna del cibo da asporto: per ridurre l’enorme mole di imballaggi usa&getta che sono impiegati nel food-delivery la sperimentazione propone NoPlà Take Away ovvero dei contenitori ( box) in plastica riutilizzabile da destinare ai ristoratori, che a loro volta potranno proporli al pubblico a fronte di una cauzione. 
  • 20 bar, caffeterie e gelataterie: in questi locali, per questioni legate alla pandemia vigente è diffusa la pratica di dare ai clienti bicchieri di plastica o cartoncino con pellicola in plastica per consentire loro un uso fuori dal locale, in ufficio o casa propria. Come alternativa la sperimentazione propone NoPlà Drink propone il bicchiere riutilizzabile ( cup ) reCircle a doppia parete, trasparente e isolante: adatto per bevande calde e fredde, ma anche per zuppe, muesli, gelato o salse.